Tutto è pronto a Garessio per la rivincita di Spoleto

GARESSIO.

locandina

Quindici giorni per concentrarsi e per puntare alla vittoria questo il lasso di tempo trascorso tra la gara di campionato italiano a Spoleto e quella che si terrà domenica 1 maggio a Garessio dove i concorrenti di tutte le categorie hanno affilato le unghie per la seconda tappa del trial tricolore.

Al via dell’appuntamento di Garessio ci saranno oltre 125 concorrenti a confermare che anche nell’ italiano l’ indicatore delle presenze è rivolto verso l’alto e che la specialità motociclistica dei perfezionisti è pronta a dare emozioni e sfide all’ ulltimo piede.

Dopo le sentenze di Spoleto che hanno visto i senatori occupare le prime tre posizioni della categorra TR1 con il sei volte campione italiano Matteo Grattarola vincitore seguito dal compagno di marca Gianluca Tournour e da Daniele Maurino terzo, la pattuglia dei giovani incalza con Filippo Locca e Luca Petrella pronti a rompere l’incantesimo dei giovani costretti a restare lontani dal podio.

Ma fino a quando.

Garessio potrebbe dare il “là” a questa scalata, ma non sarà per niente facile perché i più smaliziati campioni del trial non saranno certo d’accordo di arrendersi così facilmente.

Del resto da che mondo è mondo a chi non piace vincere?

E allora l’appuntamento di Garessio, seconda prova di campionato italiano 2016, sarà interamente da vivere seguendo nel percorso i big e i giovani aspiranti.

Chissà se nella TR2 la vittoria casalinga di Pietro Petrangeli è stata solo per il fattore campo, il pilota umbro ha comunque messo in chiaro che per la corsa al titolo di categoria ci sarà anche lui.

Ma anche qui i nomi da tenere d’occhio sono più di uno: Simone Staltari è tra questi così come Stefano Garnero, due trialisti dall’indiscussa esperienza e poi il lotto dei giovani Sergio Piardi,  Luca Corvi, Manuel Copetti, Lorenzo Gandola e Andrea Riva tutti con le stesse probabilità e imprevisti esattamente come nel gioco del Monopoli, ma questo non è un gioco…. e come sempre che vinca il migliore.

Nella categoria TR3 tutti a caccia del fuggitivo Alessandro Nucifora che dovrà tenere un po di forze per la volata finale vista come è andata lo scorso anno ma il piemontese gioca in casa e chissà se farà il colpaccio?

Anche qui i nomi dei papabili al podio sono tanti: se ci sarà Giacomo Gasco è di diritto da podio, quindi Andrea Soulier, Michele Bosi, Raffaele Pizzini e Michele Andreoli ma qualche outsider potrebbe infilarsi in questo gruppo.

L’unica cosa certa è che lo spettacolo del campionato italiano trial sarà davvero da vivere sul campo a fianco dei protagonisti delle tre categorie più importanti senza dimenticare le altre visto che ci saranno anche gli Juniores al via stagionale.

Ufficio Stampa Trial