Campionato Italiano Trial: tris di Grattarola a Ponte di Legno

Tra le più prestigiose località alpine lombarde, Ponte di Legno (BS) nel fine settimana del 6-7 luglio si è affermata come la “capitale” delle due ruote trialistiche. Teatro del terzo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Trial 2019, per l’occasione nuovamente in concomitanza con il Campionato Italiano MiniTrial riservato ai giovanissimi e del Regionale Lombardia, il Round 3 ha accolto un considerevole numero di partecipanti ed una rimarchevole adesione da parte del pubblico di appassionati o di semplici curiosi, intervenuti in gran numero nei due giorni di attività nonostante improvvisi scrosci di pioggia. La regia organizzativa del Dynamic Trial Moto Club, combinata alla piena collaborazione del Comune, della Proloco e del Consorzio promotore turistico Ponte di Legno Tonale, ha dato lustro alla massima espressione del Trial in Italia, riservando interessanti verdetti in tutte le classi al via. Al termine delle 12 zone ripetute in 2 giri di gara si sono assicurati le vittorie Matteo Grattarola (TR1), Sergio Piardi (TR2), Matteo Bosis (TR3), Valentino Feltrin (TR3 125), Marco Andreoli (TR3 Open), Michael Vignaroli (TR4), Edoardo Verdari (E-Trial) e di Alex Brancati nella graduatoria Femminile.

I VERDETTI DEL ROUND 3

Presentatosi in Alta Val Camonica da capo-classifica dell’Italiano Trial e del Mondiale Trial2, Matteo Grattarola non ha fatto sconti ai suoi avversari. Con un pregevole primo giro concluso con sole 4 penalità (17 complessive al termine della gara), il portacolori del Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team si è assicurato la terza vittoria stagionale in tre round nella top class TR1-Internazionale, la 37esima consecutiva nella serie tricolore. Il Campione del Mondo Trial2, Europeo, Italiano Outdoor ed Indoor in carica ha avuto ragione di Luca Petrella, con Beta classificatosi secondo con 31 penalità a referto seguito da Gianluca Tournour, terzo con 43 penalità complessive difendendo egregiamente i colori del Team SPEA GasGas Italia NILS. Giù dal podio il confronto per il quarto posto ha visto prevalere il giovane Campione TR2 in carica Lorenzo Gandola (Vertigo) rispetto ad Andrea Riva (Team TRRS Italia), quinto nella gara di casa organizzata dal suo Moto Club Dynamic Trial. Per chiudere il novero dei piloti TR1, Francesco Iolitta (TRRS) si è distinto in positivo con il sesto posto finale a precedere Filippo Locca (Beta), Pietro Petrangeli (Sherco) e Giacomo Saleri (Beta).

Il podio della classe TR1-Internazionale a Ponte di Legno

La classe cadetta TR2 ha sancito il ritorno alla vittoria di Sergio Piardi. Il Campione Europeo Junior 2018, portacolori Beta, con un superlativo secondo giro ha preceduto Stefano Bertolotti (Beta) ed il poleman Manuel Copetti (Team TRRS Italia), riappropriandosi della tabella leader da capo-classifica di campionato. Nella top-5 spazio anche per Luca Corvi (Team SPEA GasGas Italia NILS) e Carlo Alberto Rabino (Beta Rabino Sport) mentre l’ex iridato 125cc Marco Fioletti, grande protagonista a Gerola Alta, ha concluso sesto ai comandi della propria Beta.

La TR3 ha riproposto sul gradino più alto del podio il figlio d’arte Matteo Bosis. Tornato quest’anno alle competizioni, in sella alla Beta si è assicurato la prima vittoria stagionale davanti a Michele Ruga (Scorpa) ed Andrea Gabutti (Team TRRS Italia), terzo confermandosi al comando della generale, seguito in gara dal vincitore del secondo round Luca Poncia e da Giacomo Gasco, entrambi su Beta. Passando alla TR3 125, la classe dei giovanissimi da 14 a 21 anni di età ha messo in luce il talento di Valentino Feltrin, su GasGas al primo hurrà stagionale a scapito di Luca Ruffoni (Beta), Dario Doglio (Team SPEA GasGas Italia NILS) e del vincitore delle prime due tappe Cristian Bassi (Beta). Nella TR3 Open si è imposto nuovamente Marco Andreoli, con la Vertigo in trionfo con il podio completato da Giovanni Pizzini (Beta) e Paolo Brandani (GasGas). Con 35 partenti, la TR4 ha offerto il verdetto finale soltanto in base alla discriminante degli zeri: Michael Vignaroli ha così avuto ragione di Flavio Magrini con Roberto Prina terzo per una top-3 targata Beta.

La terza prova dell’inedita E-Trial, classe espressamente dedicata alle moto elettriche monopolizzata dagli alfieri del Future Trial Team su Electric Motion, ha riservato la seconda affermazione di Edoardo Verdari con 4 penalità di vantaggio rispetto a Gian Paolo Concina, 5 a scapito di Francesco Vignola con Alessandro Delfino a seguire.

Alex Brancati si impone nella graduatoria Femminile

La graduatoria Femminile ha offerto una nuova prova di forza di Alex Brancati. La diciottenne campionessa italiana e della Coppa del Mondo Trial2 Women in carica ha messo a segno la terza vittoria in tre gare, regolando nuovamente con la propria Beta altre grandi interpreti “in rosa” delle due ruote trialistiche del calibro di Martina Gallieni (2°, Team TRRS Italia), Emanuela Spadoni (3°, GasGas) e Jasmine Rosina Conti (4°, GasGas).

Giacomo Brunisso protagonista del Campionato Italiano MiniTrial A

CAMPIONATO ITALIANO MINITRIAL

Nuovamente insieme ai “grandi” del Campionato Italiano Trial, a Ponte di Legno è andato in scena il secondo round del Campionato Italiano MiniTrial 2019. La serie tricolore, riservata ai giovanissimi di almeno 8 anni impegnati in un percorso chiuso al traffico e reso ancor più facilitato per i neofiti della specialità, ha promosso al vertice un folto numero di giovani talenti nelle rispettive classi di appartenenza. Nella MiniTrial A secondo trionfo di fila per Giacomo Brunisso, mentre nella MiniTrial B si è registrata la vittoria di Christian Svanella. Nelle altre graduatorie di appartenenza successi a firma Matteo Cella (MiniTrial C), Alice Bergamo (MiniTrial D), Lorenzo Zeccarelli (MiniTrial Open), Alessia Bacchetta (MiniTrial Femminile B) con Michele Vietti Violi primatista della E-Trial B.

EVENTI A PONTE DI LEGNO

Parallelamente alla disputa del terzo round, Ponte di Legno ha ospitato una serie di eventi e iniziative a cominciare dalle premiazioni delle Pole Position con Matteo Grattarola (TR1) e Manuel Copetti (TR2) insigniti del Trofeo Stegip e premiati con una Action Cam Midland.

Gino e Piero Sembenini nella Hall of Fame dell’Italiano Trial

Nella giornata di domenica Gino e Piero Sembenini sono entrati a far parte della “Hall of Fame” dell’Italiano Trial. Parte integrante di una famiglia da oltre novant’anni impegnata nel motociclismo, Gino e Piero si sono affermati con successo nel Trial da piloti e team manager, contribuendo con la loro attività a Riva del Garda alla crescita e valorizzazione dell’intero movimento. Punto di riferimento per gli appassionati, praticanti e addetti ai lavori, per il loro apporto continuativo alle due ruote il Comitato Trial FMI ha deciso di insignire Gino e Piero Sembenini del prestigioso riconoscimento di “Hall of Fame” con la targa celebrativa consegnata loro consegnata al termine del weekend di gara. Da segnalare nel weekend l’apprezzamento da parte del pubblico e degli addetti ai lavori per il “Race Program” ufficiale realizzato in collaborazione con Motosprint e Sport Network, distribuito in 2.500 copie sul campo di gara e consultabile sul sito internet ufficiale TrialFMI.it con tutte le informazioni utili, elenco iscritti, programma e orari dell’evento.

AZIENDE E PARTNER

Da rimarcare l’impegno di numerose aziende che hanno sposato la filosofia del Campionato Italiano Trial. Tra le case accreditate figurano Beta, RedMoto (con il Sembenini NILS Montesa RedMoto Trial Team), Sherco, TRRS (grazie ad AX Moto) e GasGas (rappresentata da FG Distribution). Tra i main partner, accanto a NILS, Michelin e Stegip, aziende insieme al Campionato Italiano Trial sin dalla stagione 2018, si sono unite 24MX e Midland, brand d’eccellenza attivamente impegnati nello sviluppo e crescita della specialità.

IL CAMPIONATO ITALIANO TRIAL IN TV

Il Campionato Italiano Trial può annoverare un’esposizione TV e media senza precedenti per la specialità. Grazie all’accordo tra la FMI e AutomotoTV, l’emittente presente al canale 228 del bouquet Sky garantirà una sintesi di 24 minuti comprensiva degli highlights delle principali classi al via con il primo passaggio TV previsto per venerdì 12 luglio alle 20:30. Riconfermata nel palinsesto anche la seconda stagione di AFTER TRIAL, una trasmissione di 24 minuti di approfondimento con servizi ed ospiti in studio. Successivamente al primo passaggio su AutomotoTV, sono previste numerose repliche nei giorni successivi e su Sportivì, canale fruibile sul digitale terrestre in diverse regioni. L’Italiano Trial trova spazio anche su MotoClubTV (www.elevensports.it/motoclubtv), il canale televisivo online della Federazione Motociclistica Italiana ospitato all’interno di Eleven Sports, e su NonSoloMotoWebTV (www.nonsolomotowebtv.it) con due servizi da 18 minuti ciascuno. Sui social non manca la pagina Facebook (FB.com/TrialFMI) con la novità rappresentata dal profilo Instagram ufficiale (instagram.com/trialfmi).

PROSSIMO APPUNTAMENTO

Il Campionato Italiano Trial tornerà in azione nel fine settimana del 27-28 luglio prossimi a Paularo (UD), teatro del quarto appuntamento stagionale.